Questo libro vale oro!

È un libro che esiste da circa 2 anni sul mercato anglosassone ed è apparso proprio oggi in lingua tedesca. Lo menziono qui perché è molto utile, interessante e può sicuramente aiutare molte persone a vivere meglio. A dedicare l’attenzione al loro fisico anche riguardo a quello che mangiano. Perché proprio del mangiare si parla. Viviamo in un’epoca in cui il fast food ha preso piede anche in Italia, cioè nel Paese in cui il mangiare è sempre stato un tema centrale, dove si sa cosa fa bene e che cosa bisogna evitare per non appesantire l’organismo. Questo sapere è po’ sommerso, cioè non è più centrale quando si parla del mangiare, di quello che abbiamo “ingerito” nella breve pausa del mezzogiorno. E del perché nel pomeriggio vorremmo dormire piuttosto che lavorare. Tutte queste tematiche e il perché del non sentirsi bene a causa di quello che i mangia o a come si mangia, frettolosamente, preparato a livello industriale e non più coll’amore per gli ingredienti, per la preparazione casalinga. Insomma, è un libro intorno e sul mangiare, su come e che cosa mangiare. Sempre più spesso ci si ammala. E spesso non si sa perché. QUESTO LIBRO CE LO SPIEGA. cE LO SPIEGA IN INGLESE E IN TEDESCO. Chi conosce uno dei due idiomi lo troveràcomunque su amazon. Dovrebbe essere ottenibile anche in Italia, magari con un po’di ritardo, ma ci sarà. Clickando questo link:amayon store stopanxiquicc-21stopanxiquicc-21 si arriva al libro. Buon divertimento e fatene un tesoro. Cordialmente...

La primavera ti invoglia a comperarti qualcosa di nuovo

non è così? Sicuramente lo è per me. Penso non sia sola. Oggi ho ricevuto la notizia che amazon.it-stopanxiquicc-21 mette in vendita molti articoli nuovi di zecca dei migliori marchi italiani e non a dei prezzi veramente scontatissimi. Un nuovo capo d’abbigliamento scaccia anche i pensieri grigi, che spesso si affacciano con la stanchezza primaverile. In fondo è strano: ci fa piacere vedere il sole, goderci i primi tepori della stagione e dall’altro lato ci fa avere pensieri grigi. Si spera siano solo grigi e non neri. Ma a volte siamo svogliati, stanchi e non capiamo il perché. Ciò che possiamo sempre fare: cercare di dormire regolarmente le nostre 7-8 ore. Fare una buona colazione, magari aggiungendo un frutto che ci dia la sferza vitaminica di cui abbiamo proprio bisogno. Un’altra cosa è il movimento fisico. Niente che ci strapazzi, ma una bella passeggiata all’aria fresca, magari in un parco o bosco dove ci sono anche gli alberi e il verde che sta nascendo. Vita che sta nascendo: ecco quanto ci aiuta a superare la stanchezza e la pigrizia. Una parte della stanchezza è pura pigrizia. Lo potete constatare voi stessi: uscire sì, ma possibilmente senza stancarvi. È quello che la maggior parte della gente desidera. Fate un esame di coscienza! Non fa mai male perché scoprire che spesso la stanchezza si rivela essere pigrizia, svogliatezza, insomma non è la sana stanchezza. Cercare di superare questa svogliatezza, ci sono mille modi per farlo. A qualcuno serve un vestito nuovo per sentirsi più “vivo”. a un’altra persona basta una camminata nel verde. La cosa importante è di non lasciarsi sopraffare...

Senti l’aria di Primavera?

Bisogna ammettere, non si è fatta sentire molto, ma un po’ di sentore c’è. I primi raggi di sole più caldi ti portano subito a vedere, almeno idealmente, dei prati fioriti, i vestiti meno pesanti e le scarpette che da mesi non hai più messe. Non per tutte le persone il sentore di primavera è una cosa piacevole. Esse sono preda di pensieri neri, di depressioni, di spossatezza e l’idea che la primavera possa migliorare il loro umore, non fa presa su di esse. Il consiglio che vorrei dare loro è di spolverare la loro memoria, a ricordarsi delle canzoncine che cantavano quando erano bambini. Queste canzoncine ci sono in ogni lingua,in ogni paese e portano allegria. Se poi dicono di essere stonati come una campana, invito loro a canticchiare le vocali della loro lingua. Le vocali sono portatrici di energia. Ed è’ quello che serve alle persone tristi. L’energia allegra di una vocale, che ci raggiunge anche quando gli uccellini annunciano la primavera o al mattino annunciano la luce di un nuovo giorno. Accettiamo questa luce, queste voci e vocali che hanno un timbro piacevole ed energetico. Ciò che può servire a noi tutti. Accogliamo la primavera e siamo grati/e di essere in grado di...

Vibrazioni – l’energia della nostra voce

Vi siete mai chiesti come le nostre energie agiscano all’esterno? Come le nostre parole vengano percepite. Forse vale la pena di rifletterci un po’. Perché non sono solo le parole che hanno un effetto ma persino le singole lettere. Ogni lettera ha una sua energia che può contribuire al benessere dell’altro ma può anche ferire se le lettere o le parole che ne vengono formate emettono energie negative. Pensateci bene prima di aprire bocca, prima di esprimere una frase. Noi, con il nostro parlare possiamo fare del bene ma anche del male perché, anche se una persona a noi sconosciuta e che magari parla un’altra lingua,ci sente, senza capire quanto esprimiamo, può percepirne il valore dell’energia, positivo o negativo. Parliamo forse anche troppo e troppo a vanvera. Pensate, noi siamo tutti connessi, noi che viviamo qui e chi vive agli antipodi: una rete invisibile ci collega perché tutto l’Universo è collegato. Questo fatto dovrebbe invogliarci a parlare bene, a non sprecare parole inutili, o cattive o offensive perché questo tipo di parole distribuisce energie non edificanti nel mondo. E questo mondo ha bisogno di parole positive, di sorrisi pieni di amore, di risate piacevoli e non di derisione. Abbiamo un grande compito anche nei confronti di chi vive con noi ed è forse un immigrato, una persona alla ricerca di una vita migliore. Noi possiamo dare speranza grazie al modo in cui ci esprimiamo, in cui gli parliamo. Cerchiamo di contribuire a un mondo migliore, sia anche con un solo sorriso, una parola buona, una parola di sostegno. Ci conto. Siamo noi i pilastri di questo mondo ed aiutiamolo...

Hai voglia di imparare dei trucchi anti-influenzali?

.Non si tratta di decotti vari, anche se ci sono varie piante ed erbe capaci di immunizzarti contro gli attacchi influenzali. Ma, è il tuo corpo stesso che ti fornisce i mezzi per contrastare questa malattia detta “stagionale”. Anche se è vero che l’influenza colpisce maggiormente d’inverno, parlare di “stagionale” è basarsi su credenze errate. Il tuo corpo ti fornisce il punto da massaggiare quando la gola comincia a pizzicare: massaggia il tessuto tra il mignolo e l’anulare della mano sinistra per 30 secondi e poi massaggia, alla stessa altezza, il tessuto tra l’anulare e il medio, sempre per 30 secondi. Poi cambi mano e fai la stessa cosa sulla mano destra. Vedrai che il mal di gola se ne va in poco tempo. Se dovesse ritornare, ripeti l’esercizio ma, nella maggior parte dei casi il male se ne va davvero e non ritorna. Se invece la voce è rauca, massaggi il tuo collo dalle parti destra e sinistra del mento in giù fino alla clavicola. Fallo dai due agli otto minuti a seconda di come senti il miglioramento. È favoloso. La voce ritorna e potresti cantare anche i pubblico talmente è la voce è diventata chiara e forte. – Un altro punto che rafforza il sistema immunitario e combatte la febbre è situato sulla pianta dei piedi tra il 2. e il 3. dito. dove sulla pianta si incontrano due linee. Se non trovi il punto esatto non è grave: l’energia sa dove serve. Massaggia per 1 minuto il punto, prima sulla pianta del piede sinistro. È possibile che ti faccia male ma continua. Poi cambi piede e...
Wordpress SEO Plugin by SEOPressor